sabato 27 ottobre 2012

Le patatine uè ミ☆

Vi ricordate la pubblicità dei pavesini? Chi di voi l'ha mai cantata giusta da bambino? Perché io continuo imperterrita a cantarla "Le patatine uè diboghi uo uo ie sduèèèèè".
E a questo proposito, mi sono trasferita in pianta stabile a Pavia.

In questo momento scrivo dalla mia piccola cameretta singola di collegio (che ho dovuto cambiare da una doppia perché la mia camera è stata allagata mentre cercavo di dormire perché sorpresa sorpresa c'è nonnismo e sono l'unica al mondo che non lo sapeva ma dopo aver avuto una crisi di panico e un'insufficienza respiratoria e aver avvisato sia gli infami che l'economo penso mi lascino in pace), su una scrivania traballante e una sedia che basta muoverla di mezzo centimetro per rievocare sonorità simili all'apertura dei cancelli dell'inferno (promemoria: comprare dei gommini per entrambi). Sono qui a Pavia da ormai più di un mese; più precisamente un mese passato a casa della mia ragazza (immagino che adesso tutta la sua famiglia tremi alla mia vista col timore che possa ristabilirmi presto da loro, NNNICE) e due settimane un po' in collegio e un po' a Cagliari per una visita odontoiatrica e un po' a Roma per la laurea di mio fratello (dove ho approfittato per andare a vedere il ViGaMus, di cui credo parlerò su Krabby Project).

Also gli insetti sono fottutamente ovunque e ovviamente vivo proprio di fronte al Lungoticino quindi MAZZI DI CIMICI. Per fortuna adesso la mia finestra dà sul cortile interno quindi non rischio di aprire la finestra e ritrovarmi la faccia ricoperta. La cosa peggiore è che il mio corridoio è particolarmente rumoroso e stanotte mi sono svegliata all'una e mezzo di notte perché qualche coglione ha deciso di dare un party qui vicino e mettersi a urlare.

MA VABBE'.

Non vedo l'ora di pigliarmi un appartamento l'anno prossimo se lo piglio, anche perché mi manca avere una MIA cucina tanto da spingermi a scroccare quella del santo Hiru che vive qui vicino ;_;

Cambiando argomento, l'università è una figata. Era veramente da tanto tempo che non avevo una genuina voglia di alzarmi la mattina per andare a seguire le lezioni, è davvero stimolante e sono felice di aver scelto un indirizzo difficile che, anche se non sono una cima e spesso ho timore di non riuscire a portare a termine, mi piace e so che potrà portarmi a fare quello che sogno. Che sensazione meravigliosa.

Sul fronte animu ne ho iniziati fin troppi ma il migliore della stagione è JoJo no contest.

Motivo per cui chiudo questo post insignificante con l'OP.

Nessun commento:

Posta un commento